UN DOLCE NATALE PER I FOLLETTI

UN DOLCE NATALE PER I FOLLETTI
IL 3 GENNAIO h 17.00 presso Auditorium Baronio di Sora con Ingresso con offerta Libera
Il 4 GENNAIO h 17.00 presso Sala della Ragione di Anagni con Ingresso Libero
IL TEATRO VIOLA

Un dolce Natale per i folletti

da una storia tradizionale celtica

“C’era una volta in un paesino della lontana Scozia affacciato sul mare una fornaia così brava che tutto ciò che usciva dal suo forno era buonissimo, delizioso, irresistibile….”

Il clima è inconfondibile, il Natale si avvicina! Due strani personaggi infagottati irrompono in platea con una vecchia valigia e un grande mappamondo che seguono come fosse una mappa del tesoro. Vengono dalla lontana Scozia e stanno cercando un gruppo di bambini a cui devono raccontare una storia, ma purtroppo durante il viaggio hanno perso parte della compagnia. L’attore che interpretava il cane si è fermato sulle coste della California a surfare tra le onde. L’attrice che faceva il gatto invece ha deciso di rimanere a Kuala Lumpur per studiare le tigri e trovare l’ispirazione al suo personaggio. Per non parlare dell’attore che interpretava il bambino, rimasto in Finlandia dove si dice che a scuola non diano i compiti… Per raccontare questa storia allora sarà necessario l’aiuto del pubblico, e subito viene messo alla prova. Ma anche l’arpista è scomparsa? Per fortuna no, sentiamo le prime note da lontano, si apre il sipario e lo spettacolo può finalmente iniziare: c’erano una volta dei folletti golosi, la vigilia di Natale e una fornaia dalle mani d’oro…

A partire da una fiaba celtica tradizionale arricchita da canzoni originali, anche in inglese, i bambini saranno coinvolti nel maldestro complotto dei folletti per rapire la fornaia e nel piano architettato da questa per riuscire a ritornare a casa. Nello spettacolo si gioca al “teatro nel teatro”: le attrici recitano la parte di alcune “attrici” che devono fare uno spettacolo e che poi si trasformano in personaggi della storia. Le canzoni e le musiche sono suonate dal vivo con l’arpa, la viola e il tamburo.

con

Camilla Dell’Agnola (recitazione canto e viola)

Chiara Frontini (recitazione canto e arpa)

Federica Migliotti (recitazione canto e tamburo)

oggetti di scena e costumi Valentina Bazzucchi

canzoni originali Raffaella Migliotti

albero Medile Saulytyte

regia Federica Migliotti