RESISTERE

RESISTERE

RESISTERE

Racconti e Canti di Guerra

Reading

E pensò che forse un partigiano sarebbe stato come lui ritto sull’ultima collina, guardando la città e pensando lo stesso di lui e della sua notizia, la sera del giorno della sua morte. Ecco l’importante: che ne restasse sempre uno. Scattò il capo e acuì lo sguardo come a vedere più lontano e più profondo, la brama della città e la repugnanza delle colline l’afferrarono insieme e insieme lo squassarono, ma era come radicato per i piedi alle colline (Beppe Fenoglio, Il partigiano Johnny)

Un Reading per Raccontare la Guerra e le Guerre attraverso le lettere dei condannati a morte della Resistenza, i racconti delle donne partigiane e degli uomini, le lettere dei soldati nelle trincee, l’esodo dei popoli nel ‘900, i racconti delle dittature passando per un Fado politico, Bella ciao, La Guerra di Piero, Serio Endrigo 1947 e ‘O Surdato Innamorato. Questo per noi è resistere. Ricordare chi ha resistito senza se e senza ma.

Il Reading cambia in base al territorio in cui è messo in scena, arricchendosi dei racconti del paese che ci ospita e termina con le testimonianze dirette degli spettatori che per noi sono parte integrante della messa in scena.

Spettacolo inserito nel progetto RACCONTA LA GUERRA

Racconta la Guerra è un progetto di teatro civile nato nel 2010 e sviluppato nel basso Lazio con la Regione Lazio, la Provincia di Frosinone e l’Archivio di Stato, che intende valorizzare la memoria storica della II Guerra Mondiale su quella che era la linea Gustav, con particolare attenzione agli stupri di guerra del ’44. Intendiamo infatti studiare, archiviare e divulgare (in particolare attraverso i laboratori e gli spettacoli) informazioni legate a questo che è il più grave stupro di massa della Storia d’Italia, che in pochissimi conoscono e che non ha mai avuto un riconoscimento ufficiale da parte delle autorità. Il progetto, che si suddivide in varie parti (premio di drammaturgia, spettacoli, laboratori e un convegno internazionale), intende unire la storia orale al teatro civile facendo un parallelo tra la guerra vissuta sulla Linea Gustav e la guerra descritta nella tragedia greca. Nella sua forma e diffusione in quasi un’intera provincia, Racconta la Guerra è il più grande progetto di teatro civile sullo stupro di guerra mai realizzato.