CHI SIAMO

Compagnia di professionisti dello spettacolo che ha avuto un primo nucleo nel 2007 fino a costituirsi come associazione culturale nel 2010. Il lavoro nasce da una commistione di teatro e musica e tra la collaborazione di attori e musicisti, per poi approdare alla ricerca drammaturgica e al teatro antropologico e civile.

errare persona foto simbolo

Lavorano con noi:

 

Damiana Leone (attrice-cantante, autrice, regista e direttore artistico), Barbara Mangano (attrice-danzatrice), Anna Mingarelli (attrice), Francesca Reina (attrice), Alessandro Calabrese (scenografo, pittore, regista), Giuseppe Treppiedi (video e web), Ilaria Ferri (stampa)

Hanno collaborato e collaborano con noi: Ambra Postigline (organizzazione), Gioia Onorati, Consuelo Cagnati, Luca Mauceri, Mauro Santopietro, Riccardo Ricci, Riccardo Leonelli, Riccardo Averaimo, Francesco Vigo, Monica Garavello, Paolo Rossetti Murittu, Gianluigi Leone, Alessandro Stradaioli, Franco Pietropaoli, Felice Zaccheo, Alberto Ferraro, Luciano Usai, Valentina Giannicchi (blogger)

 

 

In questi anni 2007-2012 Errare Persona ha realizzato:

Toda minha Saudade, concerto di Fado Portoghese, presso Teatri Comunali, locali della Capitale (Bibli, Blu Note, Caffè Fandango (in diretta su Radio Fandango e su extratv ecc…) e per il festival Internazionale “La Città delle Donne” (FR-2008). Collabora con il Conjunto Romano per i concerti e le letture poetiche di cultura portoghese (Ambasciata Portoghese e Istituto San Antonio).

Collaborazione con il Dipartimento di Musica e Spettacolo della Facoltà di Lettere dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e dell’Università di Barcellona, per il progetto di scambio culturale  “Tra Terra e Mare”.
Spettacolo “La favola di Amore e Psiche” e “Le Muse di Odisseo”, Narrazioni-Concerto, con la collaborazione della facoltà di Filosofia dell’Università degli studi di Roma “La Sapienza”. Spettacolo “Nostos-Ritorno” con il patrocinio dell’ANEI (presso la Casa della Memoria di Roma) in cui si avvale della collaborazione della compagnia di attori-mimi-danzatori di Marcel Marceau Acta Fabula di Parigi, e anche di quella con Luciano Usai noto fotografo di fama internazionale. Tale spettacolo è stato preso dai comuni di Carrara, Corciano e Frosinone come progetto sull’ Olocausto per il Giorno della Memoria del 2010.

Collaborazione per le musiche e le performances con il Comune di Venezia e la Regione Veneto per il progetto “…E ritornammo sul cammino” (Italia, Francia, Spagna, Portogallo). Lo spettacolo “Ninetta e le altre – Le Marocchinate del ‘44” vince il Festival “Chimere” come migliore spettacolo ed è stato selezionato per Asti Teatro 2010.

Lo spettacolo “Ninetta e le altre – Le Marocchinate del ‘44” è rappresentato presso il Teatro dell’Orologio di Roma e presso il teatro due di Roma nella rassegna “Sguardi Svelati”, mandato su Radiondarossa come Radiodramma; inoltre è stato parte integrante di un progetto di ricerca di storia orale e teatro “Racconta la Guerra” (promosso dalla stessa compagnia) con il patrocinio dell’Università di Cassino e dell’Archivio di Stato di Frosinone, finanziato dalla Regione Lazio e dall’Assessorato alla Cultura della Provincia di Frosinone. Tale progetto continua sul territorio di quella fu la Linea Gustav con una serie di laboratori a metà tra storia orale e teatro e sfocierà in film documentario che sarà presentato nel 2014 per 70 anni dalla distruzione di Montecassino. Con lo spettacolo “Santissima Mia-Mistero per tre voci” la compagnia ottiene una menzione speciale al Festival “Teatri del Sacro” promosso dal centro nazionale del sacro.

La compagnia produce altri due lavori nati dallo studio dei documenti antichi “Sangue e Neve” (scritto e diretto da Damiana Leone e Mauro Santopietro) e lo spettacolo per i bambini “Topalia” (scritto da Damiana Leone e Beppe Gentile), entrambi raccontano la storia della spedizione Bandiera e del brigante Chiavone. Anche per questo progetto la compagnia si è avvalsa della collaborazione dell’Archivio di Stato e della Regione Lazio.

 

 

Dal 2011 Errare Persona opera sul territorio laziale portando avanti vari progetti tra cui:

2011/2012: 2013/2014: Sviluppa in tutto il basso Lazio e nella città di Roma  il progetto di Teatro Civile “Racconta la Guerra” in collaborazione con il Festival Cassino OFF diretto da Francesca De Sanctis de “L’Unità”.

Già dal 2011 si è dedicata anche al teatro ragazzi con lo spettacolo “Le Carlottine” che tratta la tematica dell’olocausto.

La Compagnia, che opera su tutto il territorio nazionale, ha avuto anche collaborazioni internazionali, e da qualche hanno porta avanti un lavoro culturale, di ricerca e spettacolo, sul territorio della Provincia di Frosinone, legando la storia orale al teatro civile.

Partners: Festival “Cassino OFF”, Regione Lazio, Provincia di Frosinone, Archivio di Stato, Università degli Studi “La Sapienza”, Università di Cassino, Anei, Comune di Frosinone, Comune di Cassino.

Testate nazionali che hanno parlato: Corriere della sera, Il Manifesto, La Repubblica, Il Tempo, Teatro e Critica, Sipario, TrovaRoma, Radiorai1 e Radiorai2, Rai tre (Telegiornale Regionale del Lazio), SIR (Agenzia stampa del Vaticano)